14 novembre Ore 04:02

Medaglia al Valore civile a 16enni che hanno sventato rapimento del bambino a Roma

bf49d6dd-1569-4841-8be6-4d2554251bab..jpg Abbiamo tutti letto e sentito di quel tentativo di rapimento di un neonato di 8 mesi avvenuto lunedì scorso nella stazione della linea B di Ponte Mammolo a Roma ad opera di una rom di origine bulgara.
Tutto ciò è successo in presenza della povera madre, oggi chiaramente sconvolta, che stava cambiando il bambino al riparo del brutto tempo che se l'è visto trascinare via da una figura, che poi correva verso l’uscita.
Alle grida di aiuto della madre Mamma, in mezzo a tanti volti e sguardi, ci sono anche quelli di due ragazze di 16 anni che assistendo al fatto, non ci hanno pensato un secondo e sono corse all’inseguimento della nomade, riuscendo a bloccarla, a riprendere il bimbo e urlando, chiedono aiuto alle guardie giurate dell’Italpol che stazionano nel box informazioni dell’Atac, si precipitano verso le ragazzine e bloccano la nomade.
Gli agenti hanno chiamato i carabinieri che hanno raccolto le testimonianze, la denuncia della mamma e portato la nomade nella stazione Tiburtino III. È stata arrestata con l’accusa di tentato sequestro di persona e portata nel carcere di Rebibbia. La nomade risiede in un campo nomadi a Striano, in provincia di Napoli.

Proporrò al Ministro degli Interni Angelino Alfano ed al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di assegnare alle due sedicenni una medaglia di riconoscimento al Valore Civile per aver dimostrato un altissimo senso civico con il loro atto perché esse hanno:
- salvato un bambino esposto ad imminente e grave pericolo;
- partecipato all'arresto del malfattore;

Secondo l'articolo 8 della legge numero 13 del 2 gennaio 1958, visti "i caratteri dell'atto coraggioso e la risonanza che questo ha suscitato nella pubblica opinione" secondo il sottoscritto sono di per sé sufficienti ad attestare l'opportunità dell'onorificenza, il presidente della Repubblica, quindi può procedere al riconoscimento senza la valutazione della commissione (prevista dall'art. 7).

Le due ragazzi devono servire ad esempio, perché collaborando con la legge hanno evitato che la rom portasse via il bambino, per giunta in pieno giorno, evitando che questo finisse nella lunga lista di bimbi scomparsi e mai più ritrovati.

L'intera Patria deve ringraziare queste eroine del nostro tempo. « Indietro

Condividi l'articolo

Facebook share Twitter share
Cerca nel sito...

Focus on...

You need Flash player 8+ and JavaScript enabled to view this video.
» Guarda il video

Eventi

25/10/2013

Legge elettorale e riforma della Costituzione - Orvieto 28 ottobre ore 18.30

ApertaMenteOrvieto Associazione Culturaleorganizza un incontro pubblico sul tema"Legge elettorale e riforma della Costituzione"lunedì 28 ottobre 2013 ore 18.30presso...
Leggi tutto »

Gallery

Iscriviti alla Newsletter



Seguici su twitter Guardaci su youtube